facebook logo buttoninstagram logoyoutube logoTwitter

 

Chi siamo

21

L'azienda Conti degli Azzoni si estende su una superficie di oltre 850 ettari, di cui 130 di vigneti dedicati alla cura dei tradizionali vitigni del panorama ampelografico marchigiano - Montepulciano, Sangiovese, Maceratino e Grechetto – e alla coltivazione dei classici vitigni internazionali Merlot, Cabernet Sauvignon e Chardonnay.
 
Ogni vigneto ha una storia da raccontare e un carattere peculiare: una narrazione e un DNA immancabilmente presenti in ogni sorso del vino che ne discende. 
Come ad esempio la vigna più antica, Passatempo, sita sul Monte Carnevale, dove nasce un eccezionale Montepulciano; o la vigna Ribona, madre dell'omonimo vitigno. Ancora, la vigna Villa Potenza, che amorevolmente accoglie, nutre e arricchisce con l'inconfondibile imprinting del terroir i preziosi vitigni provenienti da terre lontane. 
Poi Cantalupo, Monti, Estratti, Polpano e Margherita, la vigna di 30 ettari che Conti degli Azzoni ha scelto per far sbocciare il progetto biologico che – sulle orme della secolare tradizione familiare fatta di amore e rispetto per la natura - traccia il percorso futuro dell'azienda.

Il gruppo

Tante generazioni, un solo amore: la terra. 

Una passione unica: il vino.

Un legame ancestrale, che affonda le sue radici in una tradizione agricola lunga sette secoli, per approdare ai giorni nostri più saldo che mai, nel segno dell'assoluto rispetto per la natura e di un percorso alla ricerca della sostenibilità, nella consapevolezza che la qualità del vino non può che discendere dalla tutela del terreno, della vite e del suo frutto.

Questa consapevolezza - insieme al legame di sangue - disegna il fil rouge che tiene saldamente unite le tre aziende di famiglia, nel Gruppo Degli Azzoni: Conte Aldobrando in Toscana, Conti degli Azzoni nelle Marche e Conti Riccati in Veneto.

La storia

11Quella della cantina Conti degli Azzoni è una storia ambientata nel cuore delle Marche, in Provincia di Macerata, nella spettacolare cornice delle dolci colline del Conero, percorse da un susseguirsi di fertili geometrie dai colori cangianti e accarezzate dalla salsedine delle spiagge della non lontana riviera.
Qui, già nel XIV secolo, risiedeva la famiglia dei Conti Carradori.
“Carratori” di professione, ovvero costruttori e riparatori di carri e carrozze (da qui il cognome e il simbolo presente ancora oggi nello stemma e sui termini lapidei ai confini della proprietà), conobbero presto una crescita economica e sociale che li portò ad acquisire terreni per circa 2.000 ettari nei Comuni di Montefano, Osimo, Recanati, Potenza Picena e Porto Recanati.
Determinante per la storia della famiglia e per il futuro Gruppo degli Azzoni fu la scelta degli eredi di Filippo Carradori - i figli Telesforo, Carlo ed Evige - di prevedere, alla propria morte, il passaggio dei beni da un fratello all'altro. Venuti a mancare i due fratelli, tutti i beni rimasero alla superstite Edvige che, convolata a nozze con il Marchese Lotario Rangoni Machiavelli di Modena, ebbe a sua volta tre figli: Giuseppe, Isabella e Filippo.
Per volere del padre, Isabella fu esclusa dall'eredità ma, per porre rimedio a questa decisione, il fratello Filippo – che non aveva avuto discendenza – alla sua morte lasciò tutto a lei.
Isabella Rangoni Machiavelli sposò il Conte Aldobrandino degli Azzoni Avogadro. Il loro figlio Roberto, padre degli attuali proprietari aggiunse al proprio cognome "Carradori", su richiesta della madre.
L'amministrazione del Conte Roberto, cominciata all'inizio degli anni '50, è passata attraverso periodi di importanti trasformazioni: la fine della mezzadria e la conseguente necessità di riorganizzare l'assetto produttivo dell'Azienda ha determinato in quel periodo ingenti investimenti in macchinari e attrezzature moderne, la costruzione di una nuova cantina e l' acquisto di nuovi impianti di irrigazione.
Dal 2000, anno della scomparsa del Conte Roberto, i tre figli, Aldobrando Filippo e Valperto, attuali proprietari, hanno proseguito l'opera del padre, nel segno di una continua crescita e ricerca della qualità.

Il meteo in diretta

Tempo abbastanza nuvoloso qui a Montefano

Toscana

Veneto